Contattaci al +39 329 3074740

Mappatura del Terreno – Frane, Terremoti e altri Fenomeni

Gli APR civili possono rappresentare una piattaforma “su chiamata”, in grado di fornire le più aggiornate informazioni GIS (Global Information System). La scelta di APR civili include principalmente gli HALE (High Altitude Long Endurance), APR in grado di volare ad altezze considerevoli e con grande autonomia, ma può anche riguardare i piccoli e medi APR, MALE (Medium Altitude Long Endurance) con autonomie e raggio d’azione minori, in grado di complementare e specializzare in aree selezionate le osservazioni fatte su larga scala. Sensori remoti come Light Detection And Ranging (LIDAR) sono spesso utilizzati per svolgere le verifiche in caso di alluvioni e l’analisi e la modellazione delle frane, essi possono essere utilizzati in congiunzione con la rapidità e l’agilità degli APR civili per fornire dati accurati e aggiornati. Per esempio, ci sono più di 300 aree all’interno del bacino dell’Arno, in Italia, ad alto rischio di frane e smottamenti e oltre 20000 singoli smottamenti sono stati registrati fino ad ora. La particolare combinazione geografica, geologica e climatica dell’Italia, la rendono una delle zone d’Europa più soggetta alle frane. L’uso di UAV civili in simili contesti può drasticamente portare ad un miglioramento delle attuali pratiche di analisi, accrescendo accuratezza e migliorando la stima di quando una frana può verificarsi. Questo può permettere di preparare tempestive contromisure.

Utilizzando dati real-time e dei precisi metodi di analisi è possibile determinare la velocità delle frane, la direzione, l’intensità e diversi altri parametri, il che rende possibile prevedere eventuali movimenti dalle conseguenze catastrofiche.

Gli APR civili possono anche eseguire un efficace sondaggio delle condizioni costiere, come l’erosione, i movimenti di massa terrestre o le fluttuazioni della vegetazione. Lo stato locale del mare e la velocità del vento possono essere rilevati, e se correlati con altri dati, ciò rappresenterà un ulteriore sorgente di dati per modellare nel suo complesso il comportamento climatico.